Categorie

Iscriviti alla Newsletter

Una storia d’amore diversa dal solito.

Mathias Malzieu, questa volta va un po’ meglio

Chi ha avuto modo di leggere la mia breve recensione di “La meccanica del cuore“, sa benissimo della mia recente delusione. Malzieu aveva avuto una bellissima idea per il suo romanzo che, però, non è riuscito a sfruttare. Questa volta voglio parlarvi di “Una sirena a Parigi“. Lo ammetto, sono stata attratta dal fatto che prossimamente il film sarebbe uscito al cinema e finalmente da oggi, giovedì 20 agosto 2020 lo si potrà gustare sul grande schermo. Posso dire che questo libro non ha ricambiato le mie aspettative, per certi versi, però tutto sommato mi è piaciuto. Che voto gli do da 1 a 10? Mah, facciamo 8!

Una trama che ti travolge sul finale

Mettete una pioggia ininterrotta che si riversa su Parigi, la Senna in piena, avvolta in un’atmosfera apocalittica. A tutto ciò unite un uomo stanco della sua vita, del suo lavoro ma desideroso di portare avanti il lavoro di una vita, quello della nonna. Uniteci poi il canto ammaliante di una sirena che riesce a catturare tutti, fino a farne scoppiare il cuore, tranne che a lui, Gaspard Snow. Ovviamente non vi dirò altro circa la trama, per non rovinarvi la lettura se non avete ancora avuto l’occasione di leggerlo.

Posso dire che gli elementi ci sono tutti per un ottimo libro, peccato che per 3/4 Malzieu si perda in un giro di parole, descrizioni lunghissime e a volte non necessarie. Poi, quando sei quasi arrivato sul punto di dire: “basta, non lo termino”, la narrazionee ingrana la quarta, ma che dico la sesta e vi catapulta verso un crescente susseguirsi di fatti, spesso drammatici.

E’ un libro che fa riflettere e anche un po’ piangere. Unisce l’amore con l’ingenuità, con il desiderio di non abbandonare le proprie radici. Se voglio vedere il film? Assolutamente sì, non vedo l’ora di scoprire se sono state aggiunte delle scene romantiche, come mi è sembrato di scorgere dal trailer, le aspettative sono molto alte. Che dire, bravo Malzieu, ti sei salvato all’ultimo, speriamo nel prossimo romanzo per un’avventura misteriosa come il tuo intelletto può produrre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Tik Tok live… a scuola, la nuova moda degli studenti

Lun Set 21 , 2020
Le scuole sono iniziate ormai da una settimana e sono moltissimi gli studenti che hanno deciso di portare anche tra i banchi di scuola le […]