Categorie

Iscriviti alla Newsletter

L’anfiteatro romano torna a stupire.

Quante cose avrebbe da raccontare…

Un simbolo, una fortezza. L’Arena di Verona è un gioiello indescrivibile che tutti almeno una volta dovrebbero vedere. Poterla ammirare da vicino, più volte in un solo mese, crea una sorta di legame, di attesa e di riscoperta. Anche se per lavoro, entrare all’Arena è sempre una grande emozione, lo ammetto, non ho molti ricordi della visita guidata o meglio gita delle elementari. E sì, non ci sono più tornata, purtroppo molto spesso tendiamo a considerare come scontato ciò che abbiamo accanto e ora, che ho la fortuna e il privilegio di poter entrare nell’anfiteatro per seguire le conferenze stampa di presentazione degli eventi, ho la possibilità di viverla a pieno. Chissà quante cose avrebbe da raccontare l’Arena, con la sua storia, con il suo percorso interno burrascoso ma non voglio parlare di storia oggi ma di sentimenti.

Un’attesa che colma le lacune

Tornare all’Arena è l’occasione per avere qualche attimo per riflettere. Ci si trova immersi in questo ampio spazio che, privato delle scenografie, del palco e dei numerosi posti a sedere (circa 15.000), sembra quasi più piccola, fragile. I raggi del sole risplendono con tutta la loro potenza riflettendo sulle pareti chiare delle gradinate. Quando devo andare nell’Arena ho sempre un senso di agitazione, di attesa ma anche quasi di timore. E’ difficile da spiegare ma è un mix di emozioni, dall’attesa al desiderio di prolungare quel tempo che mi separa dall’inizio della conferenza perché so che poi mi rimarrà poco tempo per ammirarla. Uno scatto, forse due… poi si entra ed è meravigliosa, unica. L’acustica è strabiliante, nonostante l’assenza di microfoni e casse audio, quando il soprano Cecilia Gasdia ci delizia con pochi attimi di melodie, la voce riesce a propagarsi in ogni angolo, con una grande potenza. Grazie Arena per essere il nostro prezioso gioiello, un giorno verrò a visitarti come turista, dedicandoti la giusta attenzione che meriti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Cinema, quando potremo finalmente guardare un film?

Gio Lug 16 , 2020
Il settore è praticamente fermo. Quell’irrefrenabile voglia di tornare Non so voi ma io ho un grande desiderio di poter tornare nuovamente al cinema. Ho […]