Categorie

Iscriviti alla Newsletter

Perché rinunciare a sognare e fantasticare un po’?

Superstizioni, magie o, chissà

Partiamo dal presupposto che ognuno è libero di avere le proprie idee, opinioni e credenze. Capita a tutti di avere un desiderio, di cercare di raggiungere un obiettivo, anche se lo stesso sembra irraggiungibile. Io sono dell’idea che, se si vuole veramente qualcosa, bisogna cercare di ottenerla, lottando con tutte le proprie energie, senza arrendersi mai. A volte però, secondo me, una piccola spinta non può che fare del bene. Affidarsi a un’entità, che sia una divinità in cui credere oppure tenere con sé un portafortuna o un oggetto che ci infonde forza, secondo me è lo stimolo giusto per riuscire ad avere un supporto nei momento difficili. Una runa? Perché no!

Un piccolo ciondolo trasparente

Tornando alla mia idea sul “guadagnarsi le cose”, nonostante gli sforzi, a volte mi piace avere anche qualcosa a cui potermi affidare, in cui poter attingere per trovare le energie che a volte mi mancano. Ed eccolo qui, un nuovo ciondolo, che ho fatto ammirare anche all’Arena, quasi a voler una sua approvazione. Una runa che possa portare buone energie e positività lavorative, amo il mio percorso lavorativo , non si può dire che lo stesso sia sempre semplice però, poter avere qualcosa con me qualcosa che mi infonda fiducia e che mi possa ricordare tutto il percorso che ho intrapreso fino a qui, per arrivare ad essere chi sono, è di certo un buon sostegno. E voi? Avete un oggetto o entità a cui attingete per avere supporto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

"Una sirena a Parigi", il film saprà superare il libro?

Gio Ago 20 , 2020
Una storia d’amore diversa dal solito. Mathias Malzieu, questa volta va un po’ meglio Chi ha avuto modo di leggere la mia breve recensione di […]